Diari di viaggio

Abruzzo, Puglia e dintorni...

REALIZZATO DA
ADRIANA VACCARO E FEDERICA PEZZINO

Diario di bordo
Partenza: 07/08/2004
Ore :11:45 da Palermo

Equipaggi: VACCARO, PEZZINO, CORSINI E VENTURA

Prima destinazione Camigliatello

Stamane il punto di incontro delle famiglie VACCARO e PEZZINO è stato fissato alla rotonda di via ORETO alle ore 11:00 ,mentre le altre due famiglie erano già a destinazione. Arrivati al traghetto abbiamo preso posto e abbiamo mangiato ammirando lo spettacolo.


Da CAMIGLIATELLO siamo stati accolti da una modesta pioggerellina e per un breve tempo siamo stati obbligati a rimanere dentro il camper. Terminata la pioggia siamo scesi dal camper per andare a fare una passeggiata in paese. La mattina seguente ci siamo incamminati per andare a LORICA nella quale si trova il lago ARVO, un posto pacifico pieno di verde; è possibile mettersi alla riva del lago a prendere il sole in estrema tranquillità. Quel pomeriggio poi abbiamo deciso di andare a fare una passeggiata al paese.

Seconda destinazione: Sibari

La mattina successiva di buon ora ci incamminiamo verso SIBARI però con la mancanza della famiglia CORSINI. Ritardiamo per un problema al baracchino della famiglia VACCARO (una sciocchezza). Arrivati a SIBARI siamo andati a fare una passeggiata al centro commerciale.

 

Terza destinazione: Matera

Appena arrivati siamo scesi per visitare,dopo averli visto dall’ alto, i sassi di MATERA (anche se non avevamo visto molto) abbiamo voluto approfondire la visita scendendo per guardare l’interno dei sassi, ma per un piccolo inconveniente causato dall’invasioni di GRILLI e CAVALLETTE siamo dovuti ritornare dispiaciuti e TERRORIZZATI nei nostri camper.

Quarta destinazione Fasano/Fasanolandia.

Appena svegliati abbiamo incominciato viaggiare verso FASANOLANDIA, ma senza la compagnia della famiglia VENTURA. Arrivati di sera tardi abbiamo mangiato e siamo andati a letto. La mattina ci siamo alzati verso le ore 7 del mattino per accodarci all’entrata dello zoo safari. Come avevamo previsto siamo stati i primi della fila. Entrati al parco ci siamo avviati col camper per vedere gli animali, ne abbiamo visto di tutte le specie, dai più piccoli ai più grandi “Uno spettacolo davvero affascinante!!” I primi ad accoglierci sono state le caprette,in seguito ci sono stati i cervi poi leoni leonesse tigri e leoncini che raggiunti i 16 mesi vengono lasciati liberi con i loro simili. Dopo questi animali abbiamo ammirato giraffe, dromedari e cammelli. Adesso però prendiamo un piccolo spazio per raccontarvi una breve storia accaduta alla famiglia VACCARO

MENTRE CAMMINAVANO CON IL CAMPER PER OSSERVARE TUTTI GLI ALTRI ANIMALI ENTRO' LA TESTA DI UN CAMMELLO DA UNA FINESRA SCORREVOLE SCORDATA APERTA. LA SORPRESA FU GRANDE NEL VEDERE QUESTA TESTA DI CAMMELLO SBAVOSA ENTRARE NELLA FINESTRA DEL CAMPER, MA HANNO CONTINUATO CON SERENITA' IL LORO TRAGITTO. ADESSO RIPRENDIAMO LA DESCRIZIONE DEL LORO PERCORSO;

Dopo aver visto tutto lo zoo siamo andati a visitare il resto del parco nel quale si trovano giochi, spettacoli, attrazioni e musei di animali, mammiferi, acquatici, volatili e insetti. Dopo aver visitato tutti questi musei ci siamo dedicati ai giochi ma siamo rimasti delusi dallo spettacolo di Biancaneve che nel biglietto lo valutano come se fosse un gioco.Appena finito di visitare FASANOLANDIA ci siamo diretti ad ALBEROBELLO, un paesino che si trova in PUGLIA, qui si trovano i TRULLI cioè case antiche che abbiamo visitato e visti dall’alto “Uno spettacolo ENTUSIASMANTE”






UNA ANTICA LEGGENDA NARRA CHE I TRULLI VENIVANO ABITATI DAI TROLLS, OMINI CHE PORTANO TANTA FELICITA' E TANTA FORTUNA. Mentre passeggiavamo per il paese un ragazzo ci ha invitato a entrare nella sua bottega situata all’interno di un trullo per degustare prodotti tipici del posto. Abbiamo assaggiato i TARALLINI biscotti tipici, e vini pregiati come il MADRIGALE e L’AMARO ALLA GRAMIGLIA. Dopo ALBEROBELLO siamo andati a SAN GIOVANNI ROTONDO dove ci aspettava la famiglia VENTURA abbiamo sostato al parcheggio di SAN FRANCESCO, là dove l’indomani un bus navetta ci viene a prendere e a lasciare per portarci davanti la nuova chiesa di S. PIO; è una chiesa molto moderna e ampia. Poi siamo andati a visitare la chiesa vecchia dove si trova la bara di PADRE PIO che sarà successivamente trasportata in quella nuova. Uscendo dalla chiesa i nostri genitori hanno incontrato LUCIO DALLA più somigliante a un barbone e ci hanno riferito che viene spesso qui per pregare.

Abbiamo pernottato a S. SALVO MARINA e la mattina seguente ci siamo incamminati verso ISERNIA dove abbiamo visto una signora che lavorava i merletti con il tombolo e che ci ha spiegato che questa lavorazione sta scomparendo e viene rimpiazzata da macchine da cucito moderne. Dopo ISERNIA siamo andati a CASTEL DI SANGRO dove c’era la pesca delle trote con la mosca e infatti nel fiume si vedevano trote gigantesche. Dopo siamo andati a ROCCARASO dove abbiamo visto la pista sciistica Poi ci siamo diretti a Sulmona dove vi è la principale produzione dei confetti con cui si realizzano fiori, farfalle, cavallette e tante altre composizioni. Tappa successiva RIVISONDOLI, dove era stato allestito un mercatino di oggetti d’antiquariato. Poi ci incamminiamo verso ATELETA dove era stata organizzata la sagra dell’agnello e del tartufo allietata da canti e balli. C’era anche il parco giochi dove noi bambini abbiamo giocato quasi tutta la serata. La mattina seguente siamo andati a visitare PESCO COSTANZO, molto bello, e chiedendo informazioni siamo andati a visitare un posto da cui si vede tutto il panorama dall’alto. Abbiamo trascorso il ferragosto al lago SCANNO, un luogo veramente incantevole.
Il giorno 16 abbiamo visitato il paesino di Scanno, per noi il più carino di tutto l’Abruzzo. C’erano le nonnine con i loro vestiti antichi, erano simpatiche, abbiamo tanto chiacchierato e fatte tante foto, poii di sera abbiamo ammirato i giochi d’artificio organizzati al centro del lago. Al finale siamo rimasti tutti a bocca aperta.

L’indomani mattina siamo andati a visitare Alfedena, poi Pescasseroli, un paesino molto grazioso, abbiamo fatto una bella passeggiata serale. Nella piazza c’era il karaoke, la gente cantava insieme e si tutti si divertivano moltissimo: anche noi abbiamo partecipato alla stonatura … L’indomani ci siamo svegliati e abbiamo visto nuovamente Pescasseroli, poi abbaimo deciso di andare a visitare il lago di Barrea, a Civitella Alfadena Nuccio ha scassato per l’ennesima volta lo scarico, comunque siamo riusciti lo stesso a visitare Barrea, un paesino medioevale con le stradine strette e tutte con i ciotoli ma la fame si faceva sentire e dietro indicazione di una persona del posto siamo andati in un area attrezzata del Parco Nazionale dell’Abruzzo piena di alberi altissimi. C’erano i barbecue, i tavoli e le panche a disposizione di tutti i gitanti, tanto spazio a disposizione e prati grandissimi. Abbiamo pranzato nella piazzola più grande piena di verde,abbiamo scoperto poi che vicino a questa area scorreva il fiume Sangro dove ci siamo immersi nell’acqua ghiacciata ottima per le varici!!!!!!